Crollo di una società di gioco d’azzardo e casino online

La commissione di inchiesta che sta indagando sul caso del crack dell’importante banca britannica HBOS ha confermato gravi responsabilità da parte di Andy Hornby, niente di meno che l’ex direttore generale di HBOS ed al momento CEO di Coral. Ovviamente è stata subito richiesta l’interdizione da ogni incarico a livello finanziario. Andy Hornby, è al momento attuale CEO del prestigioso  bookmaker britannico Coral, ma secondo le indagini si tratta di uno dei maggiori responsabili per il crack di 47 miliardi di sterline datato 2008. La banca è stata salvata solo con un forte intervento del Governo che ha messo 20 miliardi di sterline a disposizione. Le responsabilità
attribuite all’ex presidente, Lord Stevenson, con i suoi ex direttori generali, Sir James Crosby e Andy Hornby sono molto gravi. Secondo la commissione d’inchiesta la gestione dei dirigenti è stata talmente scellerata che la richiesta è quella di inibirli in modo totale dal mondo finanziario del Regno Unito. La Coral ha in ogni caso respinto questo invito con le parole di Simon Clare, ed ha confermato il suo sostegno a Hornby che sta, secondo loro, svolgendo un ottimo lavoro per la società. Sicuramente la storia non si conclude qui.

I casino online ed il gioco d’azzardo in colombia

La Colombia attraverso il suo ente regolatore del gioco (Coljuegos), prima della formulazione di nuove leggi che diano il via libera al gioco online ha dettato un forte avvertimento a tutti quelli operatori che offrono gioco d’azzardo online senza le necessarie licenze in Sud America. Tutto il gioco d’azzardo online è da considerarsi illegale secondo le parole di Rodrigo Vélez Jara, il presidente di Coljuegos. L’avvertimento ai cittadini colombiani è chiaro, non ci sarà infatti una protezione legale nel gioco non regolamentato. La richiesta ulteriore è stata quella di riportare gli eventuali operatori che operino senza previa licenza in modo da poterli perseguire a livello legale. Ovviamente tali operatori rischiano grosse multe oltre al fatto di essere bannati dalla possibilità di offrire gioco online in Colombia negli anni a seguire (fino a 5 anni). In ogni caso i maggiori provider di poker online continuano ad offrire ai cittadini colombiani la possibilità di giocare a poker infatti secondo questi operatori l’attuale legislazione in Colombia non pone il poker in Rete come illegale. Ecco perché il Coljuegos dovrà presto provvedere con una regolamentazione dettagliata a riguardo. Al momento in ogni caso il poker è legale dei casinò con licenza ed è considerato un gioco di fortuna dalle definizione legale colombiana. Bisogna ricordare che il Coljuegos nacque nel 2011 in sostituzione dell’ente regolatore precedente, l’ETESA con l’obbiettivo di generare un maggiore controllo sul gioco e maggiori introiti.